Stiamo aggiornando il sito. A breve tutte le novità!

REGOLAMENTO GENERALE DEL CONCORSO

 

ART. 1) BANDO DI CONCORSO

La 24° edizione del Concorso Nazionale “Miss Mamma Italiana”, è bandita, per l’anno 2017, dalla Te.Ma s.a.s. di Paolo Teti e C. (di seguito semplicemente Te.Ma). Il Bando di Concorso, unitamente al presente Regolamento Generale, è pubblicato mediante affissione presso la sede della Te.Ma in San Mauro Mare, via Suez 1, mediante riproduzione sul sito internet www.missmammaitaliana.it, salva ogni ulteriore forma di pubblicità che la Te.Ma fosse a reputare opportuna.

 

ART. 2) LIBERTA’ E GRATUITA’ DEL CONCORSO

La partecipazione al Concorso è libera, senza altra condizione che il possesso dei requisiti e l’accettazione del presente Regolamento.
Il Concorso è assolutamente gratuito, e pertanto in nessuna sua fase sono dovuti dalla partecipante tasse d’iscrizione, commissioni o rimborsi di qualsiasi genere e specie.

Nelle fasi finali del Concorso, sono ugualmente a carico integrale dell’organizzazione, senza che mai sia dovuto alla partecipante alcun contributo, gli oneri dei servizi di acconciatura e di trucco (ove previsto).

Il Concorso ha carattere squisitamente dilettantistico, e pertanto in nessuna sua fase sono previsti per la partecipante compensi comunque titolati, o premi in denaro.

 

ART. 3) TITOLI IN PALIO

Il Concorso pone in palio il titolo onorifico di bellezza e simpatia muliebre “Miss Mamma Italiana 2017”, ed altri sotto ordinati titoli di “Miss” vari e diversi, tutti sempre a valere per l’anno 2017.

I Titoli in palio si distinguono in Titoli Nazionali, Titoli Regionali, Titoli Provinciali, Titoli Locali e Titoli Speciali.
I Titoli Nazionali hanno portata estesa all’intero territorio della Repubblica Italiana e sono:
1) il Titolo di Miss Mamma Italiana 2017
2) i seguenti titoli classificati come Titoli Nazionali abbinati:
Miss Mamma Italiana Radiosa 2017
Miss Mamma Italiana in Gambe 2017
Miss Mamma Italiana Eleganza 2017
Miss Mamma Italiana Fashion 2017
Miss Mamma Italiana Dolcezza 2017
Miss Mamma Italiana Sprint 2017
Miss Mamma Italiana Glamour 2017
Miss Mamma Italiana Sorriso 2017
Miss Mamma Italiana Simpatia 2017
Miss Mamma Italiana Solare 2017
Miss Mamma Italiana Romantica 2017

Tra tutti i Titoli Locali come sopra possibili, sono effettivamente posti in palio, nelle varie selezioni locali, soltanto quelli individuati e prescelti a discrezione degli Esclusivisti Regionali di cui all’ART. 7), senza che quanto avvenuto in precorse edizioni del Concorso valga a costituire regole o preferenze, per cui possono non aversi Titoli consuetamente posti in palio in passato, ed aversi invece Titoli mai posti in palio in passato.

I Titoli Speciali sono:
Il Titolo di “Miss Mamma Italiana Sponsor Top”, assegnato su base nazionale, secondo i criteri e la procedura particolari, e per gli effetti particolari ad essa stabiliti.

Il Titolo di “Miss Mamma Italiana Sponsor Top”, a meno di diversa, espressa previsione del Presente Regolamento Generale, attribuiscono alle vincitrici il diritto di partecipare direttamente alla Finale Nazionale.

 

ART. 4) CUMULO DI TITOLI, CASI VIETATI

Non è ammessa alcuna possibilità di cumulo di Titoli Nazionali.

 

ART. 5) ARTICOLAZIONI DEL CONCORSO

Il Concorso si articola, progressivamente in:
A) Selezioni Locali e/o Regionali;
B) Pre Finali Nazionali;
C) Finale Nazionale.

Le Selezioni Locali e/o Regionali sono tenute in ciascuna Regione e possono svilupparsi in due fasi successive:
a) Selezioni Locali, in numero variabile da Regione a Regione e distribuite sul territorio delle singole Regioni a discrezione degli Esclusivisti Regionali;
b) Finali Regionali, una per ogni Regione.

Le Selezioni Locali costituiscono la prima fase di gara, qualificano le concorrenti ammesse a partecipare alle Finali Regionali.
Le Finali Regionali sono uniche per l’intera Regione, e non autonome Area per Area, ad ogni Finale Regionale sono sempre chiamate a partecipare tutte, indistintamente le concorrenti qualificatesi nelle selezioni locali tenute nell’ambito delle singole Aree.

Le Pre Finali Nazionali, designano le 17 (diciasette) concorrenti che, unitamente alle Miss Mamma Italiana Sponsor Top (se elette) ed alla mamma (N. 1 concorrente) estratta tramite sorteggio, formano il gruppo delle ammesse alla Finale Nazionale.

Finale Nazionale, assegna il Titolo di “Miss Mamma Italiana 2017” e i Titoli Nazionali Abbinati 2017.

Il calendario delle Pre Finali Nazionali e della Finale, ed il termine ultimo per il compimento delle Selezioni Regionali, sono stabiliti dalla Te.Ma.

 

ART. 6) ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLE SINGOLE FASI DEL CONCORSO

Le Selezioni Regionali, sono organizzate e gestite, per ciascuna Regione, dagli Esclusivisti Regionali.

Tutti gli Esclusivisti Regionali operano quali sub-concessionari della Te.Ma, e perciò in regime di autonomia e di alienità da alcun rapporto di mandato, agenzia o rappresentanza con la Te.Ma stessa.

Le Pre Finali Nazionali e la Finale Nazionale, sono organizzate e gestite direttamente dalla Te.Ma.

La responsabilità verso le concorrenti e verso terzi in genere delle operazioni concorsuali e di ogni e qualsiasi atto, contratto o rapporto ad esse inerenti, ad esse finalizzato o con esse comunque connesso, grava pertanto:

a)         sui singoli Esclusivisti Regionali per tutto quanto attinente alla Selezioni Regionali di rispettiva competenza, con esclusione al riguardo di ogni e qualsiasi responsabilità o corresponsabilità della Te.Ma;

b)        sulla Te.Ma per tutto quanto attiene alla Pre Finali Nazionali e alla Finale, con esclusione a riguardo di ogni e qualsiasi responsabilità o corrispondenza degli Esclusivisti Regionali.

La responsabilità della Te.Ma verso le concorrenti si intende per ogni effetto decorrente dal momento della loro presentazione presso la sede delle Pre Finali Nazionali, e cessante con la proclamazione di “Miss Mamma Italiana 2017”, ovvero in quel anteriore momento in cui esse fossero a risultare eliminate o escluse dal Concorso oppure fossero a ritirarsene.

 

ART. 7) REQUISITI PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO

Per essere ammesse al Concorso le aspiranti debbono necessariamente possedere tutti i seguenti requisiti, nessuno escluso:

a)        essere di nazionalità italiana o, per le concorrenti nate al di fuori del territorio italiano, essere in possesso della cittadinanza italiana o della residenza in Italia;

b)        essere di sesso femminile sin dalla nascita;

c)        essere mamma di almeno un figlio o, per le concorrenti che al momento della selezione sono alla prima gravidanza, avere partorito il primo figlio entro la data delle Pre Finali Nazionali;

d)        aver un’età compresa tra i 25 (venticinque) anni compiuti ai 45 (quarantacinque) anni entro il primo giorno di Pre Finale;

e)        essere coniugate o conviventi o separate o divorziate;

f)         non avere mai vinto il titolo di “Miss Mamma Italiana”, né aver vinto Fasce di “Titoli Nazionali Abbinati” alle Finali Nazionali dell’edizione 2016 del Concorso;

g)        NON AVER VINTO ALTRI CONCORSI DI BELLEZZA DI RINOMANZA NAZIONALE O INTERNAZIONALE NEL CORSO DELL’ANNO 2015, 2016 E 2017;

h)        non essere vincolate a contratti di alcun genere, sia in corso sia in predicato di esecuzione, nel settore dei concorsi di bellezza, per modelle o similari;

i)         avere in ogni caso la piena e incondizionata disponibilità della propria immagine, del proprio nome e della propria voce, e non essere pertanto vincolate da contratti di agenzia, pubblicitari, o di qualsiasi altro genere, contemplanti cessioni, concessioni o limitazioni dei diritti sul proprio nome, sulla propria immagine o sulla propria voce.

 

ART. 8) PERMANENZA DEI REQUISITI

Il possesso di tutti i requisiti di ammissione deve necessariamente permanere per tutta la durata del Concorso, e il venir meno durante il Concorso, di anche uno solo di essi comporta per la concorrente l’esclusione di cui all’ART. 28.

Il difetto originario o sopravvenuto dei requisiti che, per qualsiasi ragione, risulti accertato solo dopo la conclusione del Concorso, comporta la decadenza di cui allo stesso ART. 28.

 

ART. 9) ISCRIZIONE AL CONCORSO, MODALITA’, CONDIZIONI E LIMITI DI EFFICACIA, TERMINE UTILE

Si accede al Concorso mediante domanda di iscrizione alle Selezioni Regionali, scelta a discrezione dell’aspirante.

La domanda deve recare la sottoscrizione autografa dell’aspirante.

La domanda deve infine, inderogabilmente, essere accompagnata dalla sottoscrizione autografa, per accettazione, del presente Regolamento da parte dell’aspirante.

La domanda di iscrizione può essere inoltrata via internet, al sito www.missmammaitaliana.it, utilizzando l’apposita maschera ivi predisposta, oppure a mezzo posta, utilizzando uno degli appositi tagliandi o coupon che, secondo consuetudine, vengono diffusi da sponsor del Concorso o inseriti in riviste di costume, di attualità o di moda.

In tal caso, però, essa si intende sottoposta a condizione sospensiva, per divenire efficace solo e allorquando venga confermata nei modi prescritti sopra, a mani dell’Esclusivista competente per la Regione indicata dall’aspirante sulla maschera o sul tagliando o coupon.

La domanda regolarmente proposta o regolarmente confermata determina, sempre che non sia inammissibile a mente dell’articolo successivo e che l’aspirante sia in possesso di tutti i requisiti previsti dall’ART. 7), l’iscrizione dell’aspirante alle Selezioni Regionali con pieno diritto di parteciparvi.

Resta ammesso che l’aspirante, possa rinunciare all’iscrizione già in essere.

Il termine utile per la proposizione della domanda, o per la conferma della domanda inoltrata via Internet oppure a mezzo posta tramite tagliando o coupon, scade nel momento antecedente l’inizio delle Selezioni della Regione scelta dalla partecipante antecedente le Pre Finali Nazionali.

 

ART. 10) SELEZIONI REGIONALI ED ASSEGNAZIONI DEI TITOLI REGIONALI E SPECIALI

Salva quanto al resto l’autonomia organizzativa e gestionale degli Esclusivisti Regionali, per lo svolgimento delle Selezioni Regionali e per l’assegnazione dei Titoli Regionali, si applicano inderogabilmente le disposizioni a seguire:

1) Norme generali sui Titoli

1.a) I Titoli di Miss Locali, sono tutti assegnati in via definitiva;

1.b) I Titoli di Miss delle varie Regioni, sono assegnati in via definitiva e le vincitrici sono ammesse di diritto alle Pre Finali del Concorso.

 

2) Articolazione delle Selezioni Regionali

2.a) Le Selezioni Regionali si articolano in Selezioni Locali ed in Finali Regionali;

2.b) le Selezioni Locali qualificano le ammesse alle Finali Regionali;

2.c) le Finali Regionali assegnano i Titoli di Miss, le quali, parteciperanno di diritto alle Pre Finali Nazionali;

2.d) a discrezione della Te.Ma e/o degli Esclusivisti Regionali, in determinate Regioni, possono disputarsi direttamente le Finali Regionali, le cui vincitrici parteciperanno direttamente alle Pre Finali Nazionali;

2.e) la località di celebrazione di ciascuna Selezione Locale e così pure quella di celebrazione della Finale Regionale, è scelta a discrezione dell’Esclusivista competente, può volta a volta variare o non variare;

2.f) il numero e la distribuzione sul territorio delle Selezioni Locali sono determinati, per ciascuna Regione, a discrezione dell’Esclusivista competente in base alle proprie potenzialità organizzative e alle possibilità operative consentite dalle varie realtà locali;

2.g) il numero delle Selezioni, può quindi variare anche notevolmente da Regione a Regione e nel territorio della stessa Regione può aversene un maggior numero nell’ambito di una Provincia ed un minor numero nell’ambito di un’altra, nell’ambito di una medesima Provincia possono aversi, anzi di norma si hanno, selezioni in alcuni Comuni soltanto, senza che l’importanza del Comune o il suo stesso rango o capoluogo, possano valere o costituire precedenze o riserve.

3) Giurie

3.a) Le classifiche di ogni Selezione Locale e di ogni Finale Regionale, sono formate mediante valutazione e votazione delle concorrenti ad opera di una Giuria, pena in difetto la nullità assoluta e insanabile della classifica, della Selezione e della Finale cui attiene e di ogni e qualsiasi Titolo o diritto di quest’ultima assegnato o attribuito;

3.b) ogni Giuria è composta da un numero di membri definito dalla Te.Ma Spettacoli, oltre un Presidente, tutti designati dall’Esclusivista Regionale competente ovvero da un suo rappresentante all’uopo delegato;

3.c) in nessun caso, possono essere ammessi a far parte di una Giuria parenti o affini, dipendenti o collaboratori, anche occasionali DELLE CONCORRENTI IN GARA della quale la Giuria è costituita giudice;

3.d) la composizione della Giuria, deve rimanere invariata dall’inizio al termine delle Selezione della quale è stata costituita giudice.

4) Votazioni delle Giurie

4.a) Tutte le votazione delle Giurie, sia in sede di Selezioni, sia in sede di Pre Finali Regionali, devono essere precedute dalla presentazione alla Giuria ed al pubblico di tutte le concorrenti alla gara sempre al cospetto della Giuria e del pubblico;

4.b) durante le sfilate e ai fini della votazione le concorrenti sono identificate mediante un numero, riportato su di una targhetta indossata in posizione ben visibile, compreso tra uno e quello corrispondente al totale delle partecipanti alla gara secondo la normale serie numerica. Tale numero è attribuito a caso, prima dell’inizio della manifestazione e rimane invariato per tutto il corso della stessa. All’atto della presentazione e durante le sfilate, il presentatore deve indicare le concorrenti sia con il loro numero che con il loro nome;

4.c) la votazione della Giuria deve essere effettuata solo dopo l’ultima delle sfilate in programma;

4.d) ciascun giurato, esprime il proprio voto mediante attribuzione a ciascuna concorrente di un punteggio espresso da un numero da uno a cinque. Qualsiasi diverso punteggio si intende come voto non espresso e la scheda voto verrà ritenuta nulla;

4.e) a pena di nullità, ogni voto deve essere espresso soltanto sull’apposita scheda conforme al modello predisposto dalla Te.Ma, scrivendo in cifre, nella casella a ciò destinata sulla riga di numero corrispondente a quello identificativo della concorrente votata, il punteggio a costei attribuito;

4.f) la scheda deve essere compilata dal giurato con indicazione completa, nell’apposito spazio, del proprio cognome e nome e quindi firmata di pugno, a pena di nullità. La scheda deve infine essere consegnata ad un addetto della Te.Ma con il compito di raccogliere tutte le Schede Giuria;

4 g) nel corso delle operazioni di votazione, resta vietato a qualunque estraneo alla Giuria, di sedere o intrattenersi al tavolo della Giuria stessa, o comunque di conferire privatamente con i giurati.

5) Scrutini e formazione delle classifiche

5.a) Le operazioni di scrutinio sono effettuate in camera di consiglio, con la presenza dell’Esclusivista Regionale (o del suo rappresentante delegato a presenziare alla manifestazione), il quale, deve garantire sotto la propria responsabilità la più scrupolosa osservanza alle norme seguenti;

5.b) le schede sono scrutinate in ordine libero. I voti riportati su ciascuna scheda di ciascuna concorrente sono annotati in un apposita tabella, lungo la colonna corrispondente al numero attribuito alla scheda stessa;

5.c) ogni scheda che risulti priva dell’indicazione del cognome e del nome del giurato o della sua firma di pugno, è immediatamente cassata dal Presidente mediante barratura diagonale con tratto a penna ed apposizione lungo di essa della dicitura “nulla”, seguita dalla sua firma;

5.d) ogni qualvolta una concorrente risulti non votata, si ha per attribuito alla stessa il voto minimo, vale a dire 1 (uno);

5.e) esaurito lo scrutinio, si procede alla formazione della classifica di votazione in base alla somma aritmetica dei voti riportati da ciascuna concorrente nelle schede valide;

5.f) ogniqualvolta in sede di formazione della classifica di una Selezione, vengano a registrarsi piazzamenti ad ex aequo al primo posto, si ha per decisiva la scelta espressa dal Presidente quale Giudice unico insindacabile;

5.g) formata la classifica, la stessa è proclamata al pubblico dal presentatore di serata;

5.h) il voto di ogni giurato, a miglior garanzia della sua libertà, è segreto e pertanto, sotto responsabilità di qualsiasi danno causato in difetto, sia al giurato o ai giurati interessati, sia all’immagine dell’Esclusivista, sia all’immagine del Concorso e, in via mediata e anche solo riflessa alla Te.Ma;

5.i) in nessun caso, all’atto della proclamazione al pubblico della classifica, il Presidente deve rivelare i voti espressi dall’uno o dall’altro giurato o comunque rendere dichiarazioni atte a pregiudicare la segretezza del voto.

6) Verbali e atti delle Giurie

6.a) Delle operazioni di ogni Giuria, deve essere redatto verbale conforme al modello predisposto dalla Te.Ma;

6.b) il verbale deve essere firmato per esteso dal Presidente di Giuria;

6.c) sempre a garanzia della segretezza del voto, in nessun caso, l’Esclusivista può esibire le schede di votazione o tanto meno rilasciarne copia ad alcuno.

7) Selezioni locali

7.a) le Selezioni Locali, designano le ammesse alle Finali Regionali;

7.b) i titoli locali in palio in ciascuna Selezione, sono assegnati in base alla classifica secondo l’ordine del punteggio ricevuto da ciascuna partecipante;

7.c) nessuna concorrente è obbligata, o può essere obbligata a partecipare ad un minimo di selezioni locali;

7.d) ogni concorrente ha facoltà di partecipare a quante selezioni locali voglia, fino a quando la concorrente non venga a risultare vincitrice e in caso essa risultasse già vincitrice, può intervenire alle Selezioni Locali in veste di ospite fuori concorso, ovvero di “Madrina”;

7.e) ogni Esclusivista, deve comunicare alla Te.Ma almeno sette giorni prima della data prevista per la celebrazione e con pari anticipo devono essere annotati luogo, data e orario.

8) Finali Regionali

8.a) Tutte le ammesse alle Finali Regionali, possono concorrere per l’assegnazione di tutti i titoli regionali abbinati;

8.b) i titoli locali in palio in ciascuna Selezione, sono assegnati in base alla classifica secondo l’ordine del punteggio ricevuto da ciascuna partecipante;

8.c) ogni Esclusivista, deve comunicare alla Te.Ma almeno sette giorni prima della data prevista per la celebrazione e con pari anticipo devono essere annotati luogo, data e orario.

9) Titoli Speciali

9.a) le Selezioni “Miss Mamma Italiana Sponsor Top”, sono concordate a insindacabile discrezione della Te.Ma, secondo le procedure e le modalità a sua insindacabile discrezione stabilite;

9.b) le vincitrici delle selezioni “Miss Mamma Italiana Sponsor Top” (se elette), sono ammesse di diritto alla Finale Nazionale del Concorso e non possono partecipare ad altre Selezioni;

9.c) dette apposite Selezioni sono celebrate secondo le norme comuni e la partecipazione è aperta a tutte le concorrenti iscritte.

 

ART. 11) PRE FINALI NAZIONALI – OBBLIGHI DELLE VINCITRICI DEI TITOLI SPECIALI MISS MAMMA ITALIANA SPONSOR TOP

Le vincitrici dei Titoli “Miss Mamma Italiana Sponsor Top”, hanno il diritto di partecipare alle Finali Nazionali.

 

ART. 12) PRE FINALI NAZIONALI

Le Pre Finali Nazionali qualificano le 17 (diciasette) concorrenti da ammettersi alla Finale Nazionale unitamente alle vincitrici delle selezioni “Miss Mamma Italiana Sponsor Top” (se elette) ed alla mamma estratta tramite sorteggio. Esse sono regolate come dalle disposizioni a seguire.

1) Concorrenti ammesse

Sono ammesse di diritto alle Pre Finali Nazionali tutte le vincitrici delle Selezioni Regionali e le vincitrici delle Selezioni “Miss Mamma Italiana Sponsor Top” (se elette).

2) Condizioni di partecipazione

È condizione indefettibile per l’effettiva ammissione alla gara di Pre Finali Nazionali che la concorrente, sottoscriva l’apposita domanda di ammissione alle Selezioni del Concorso, nonché, per accettazione, il presente Regolamento e relativi allegati.

La concorrente che non assolva a tale onere entro l’inizio della gara si considera ad ogni effetto ritirata dal Concorso.

La concorrente deve inoltre versare nell’attuale possesso di tutti i requisiti previsti dall’ART. 7)

3) Articolazione della gara

La gara delle Pre Finali Nazionali si articola in un’unica fase, ovvero con la selezione delle 17 (diciasette) concorrenti da ammettersi alla Finale Nazionale unitamente alle “Miss Mamma Italiana Sponsor Top” (se elette) ed alla mamma estratta tramite sorteggio.

4) Organo giudicante, votazioni e classifiche

La selezione delle 17 (diciasette) concorrenti da ammettersi alla Finale Nazionale, sono operate a giudizio di una Commissione Tecnica, sedente in sala di sfilata, oltre un Presidente, tutti designati dalla Te.Ma.

In ciascuna votazione, ognuno dei componenti ed il Presidente di Giuria esprimono per ciascuna concorrente un voto compreso da un numero pieno tra 1 (uno) e 5 (cinque), e in base a tali voti si procede alla formazione della classifica di votazione.

Sono ammesse alla Finale Nazionale le prime 17 (diciasette) classificate nell’apposita votazione.

In caso di piazzamenti ex aequo per la selezione delle 17 (diciasette) concorrenti da ammettersi alla Finale Nazionale, la risoluzione della stessa è rimessa allo stesso Presidente di Giuria quale giudice unico insindacabile.

Al termine delle votazioni, sono ufficialmente proclamate ammesse alla Finale Nazionale le vincitrici del titolo “Miss Mamma Italiana Sponsor Top” (se elette), nonché una concorrente che sarà estratta tramite sorteggio che avverrà in presenza di tutte le mamme partecipanti.

 

ART. 13) FINALE NAZIONALE – GENERALITA’

Partecipano alla Finale Nazionale le 17 (diciasette) qualificate dalle Pre Finali Nazionali, le “Miss Mamma Italiana Sponsor Top” (se elette) e la concorrente estratta tramite sorteggio.

A tutti i fini di gara ciascuna partecipante è individuata da un numero di identificazione, compreso tra 01 (zerouno) e 18 (diciotto) nell’ordinaria serie numerica, attribuito all’esito delle Pre Finali Nazionali secondo i criteri prestabiliti all’allegato A del presente Regolamento.

Tale numero è conservato dalla partecipante, senza possibilità di mutamenti, per tutto il corso della Finale Nazionale e fino a tutta la conclusione della Finale Nazionale.

La Finale Nazionale si sviluppa in un’unica serata, nella quale si procede, gradatamente alla progressiva selezione delle concorrenti, fino ad addivenirsi all’elezione di “Miss Mamma Italiana 2017”.

Le caratteristiche generali di tale spettacolo e quella delle coreografie, dei numeri ed esibizioni artistico – spettacolari in genere cui le concorrenti sono chiamate a partecipare, sono determinate a discrezione della Te.Ma possibilmente in accordo con le partecipanti.

 

ART. 14) ORGANI GIUDICANTI IN SEDE DI FINALE NAZIONALE

Nella serata di Finale Nazionale, la valutazione e votazione delle partecipanti alla gara, è operata in concorso tra:

◦ la Commissione Tecnica composta dai rappresentanti delle Aziende Sponsor dei titoli stessi;

◦ una Giuria composta da un numero di membri definito dalla Te.Ma, tutti designati dalla Te.Ma. I componenti della Giuria, sono scelti tra esponenti delle Istituzioni, personalità del mondo del lavoro, della cultura, dello spettacolo, della moda e dello sport, personaggi di pubblica fama in genere, rappresentanti di Aziende Sponsor del Concorso. La Commissione Tecnica e la Giuria siedono sempre in sala di gara, al cospetto del pubblico.

Nella Finale Nazionale, la presidenza sia della Commissione Tecnica che della Giuria è assegnata a un Presidente di Giuria, anch’esso con diritto di voto, scelto dalla Te.Ma.

A insindacabile determinazione della Te.Ma, la composizione della Commissione Tecnica può anche essere diversa da quella stabilita per le Pre Finali Nazionali.

 

ART. 15) ANTEPRIMA DELLA FINALE NAZIONALE

L’anteprima della Finale Nazionale è rappresentata da un incontro con tutte le partecipanti il giorno antecedente li giorno di Finale Nazionale in cui tutte le partecipanti saranno preparate per la realizzazione del Calendario di Miss Mamma Italiana (se previsto per quella giornata) ed effettueranno colloqui con i membri di Giuria ed effettueranno le prove generali in attesa della serata di Finale Nazionale. A tale appuntamento parteciperanno le 17 (diciasette) concorrenti qualificate dalle Pre Finali, le “Miss Mamma Italiana Sponsor Top” (se elette) e la mamma estratta tramite sorteggio.

 

ART. 16) SERATA DI FINALE NAZIONALE

Nella serata di Finale Nazionale si procede a progressiva selezione delle partecipanti che si andranno a contendere il titolo di “Miss Mamma Italiana 2017”.

Partecipano allo spettacolo di serata di Finale Nazionale le partecipanti che si andranno a contendere il titolo di “Miss Mamma Italiana 2017”.

La gara prevede due successive sessioni di valutazione e di voto, come a seguire:

16. a) con la prima votazione vengono valutate le concorrenti che sfileranno con un abito di loro proprietà (gli abiti indossati dalle concorrenti devono ottenere la preventiva approvazione della Te.Ma, che ha potestà di negarla ove essi, a suo giudizio insindacabile, presentino forme contrarie alla comune morale o al comune buon gusto); dopodichè le concorrenti si dovranno esibire in varie prove di abilità (i numeri spettacolari proposti dalle concorrenti devono ottenere la preventiva approvazione della Te.Ma, che ha potestà di negarla ove essi, a suo giudizio insindacabile, presentino forme o contenuti contrari alla comune morale o al comune buon gusto, risultino di carattere eccessivamente pericoloso).

16. b) con la seconda valutazione, verranno valutate le concorrenti che sfileranno in costume da bagno e collant (se il costume ed i collant saranno forniti dalla Società Te.Ma, tutte le mamme in gara dovranno assolutamente indossare il costume ed i collant assegnati dalla Società Te.Ma);

16. c) potrebbe essere effettuata anche una terza uscita (non soggetta a valutazione) dove le concorrenti sfileranno con un abito fornito dalla Te.Ma (la distribuzione tra le partecipanti dei modelli da indossare e le altre modalità di ogni singola sfilata sono stabilite a discrezione insindacabile della Te.Ma);

16. d) In tutte le sessioni, la votazione delle concorrenti è operata come previsto dall’ART. 14), ovvero in concorso tra la Commissione Tecnica e la Giuria.

Il voto e la formazione della classifica di votazione sono regolati come al successivo ART. 17).

Alla formazione della classifica finale del Concorso, la candidata che, nel corso della gara, ha riportato il numero maggiore di voti è proclamata “Miss Mamma Italiana 2017”.

 

ART. 17) VOTAZIONI E ALTRI ATTI DELLA FINALE NAZIONALE – NORME GENERALI

Per le votazioni e gli altri atti ed operazioni della Finale Nazionale, per la formazione della classifica di voto e per ogni eventualità, si applicano, le regole a seguire:

1) Voto della Commissione Tecnica

Tutte le votazioni della Commissione Tecnica sono effettuate mediante selezione da parte dei componenti ivi compresi il Presidente di Giuria, del numero di identificazione delle concorrenti prescelte sulle Schede Giuria.

Ciascun giurato effettua la votazione per propria mano, sulla Scheda Giuria a lui assegnata.

In ciascuna votazione, ognuno dei componenti ed il Presidente di Giuria esprimono per ciascuna concorrente un voto compreso da un numero pieno tra 1 (uno) e 5 (cinque), e in base a tali voti si procede alla formazione della classifica di votazione.

2) Voto della Giuria

Ciascun giurato, può esprimere un’unica preferenza.

La preferenza può essere espresse a favore delle concorrenti in gara.

3) Situazione di parità

Qualora nella classifica, si registrino situazioni di parità comportanti eccedenza di concorrenti rispetto al numero di piazzamenti utili, per le concorrenti ex aequo, sarà determinante il voto del Presidente di Giuria, il quale sarà una figura di giudice unico ed insindacabile.

4) Trattamento dei dati di voto

Tutti i dati di voto rivenienti delle votazioni sono raccolti ed elaborati, al fine del calcolo dei numeri e della formazione delle classifiche, mediante elaboratori elettronici e serviti da personale della Te.Ma.

5) Segretezza del voto

In nessun caso, prima della conclusione della Finale Nazionale, i dati di voto possono essere resi noti o conoscibili alle concorrenti, ai giurati, al pubblico, o a terzi qualsivoglia.

È fatto obbligo ai componenti della Commissione Tecnica e della Giuria ivi compreso il Presidente di osservare la massima riservatezza in merito ai voti espressi ed a qualsiasi informazione o notizia, comunque ottenuta, in merito ai voti espressi da altri giurati.

6) Ritiro o esclusione di concorrenti in corso di gara e relativa sostituzione

Nel caso in cui sopravvengano ritiri o esclusioni di concorrenti dopo l’inizio della gara, si procede oltre nella gara senza darsi luogo a sostituzioni.

Nel caso in cui sopravvengano ritiri o esclusioni tra le ammesse alla Finale Nazionale, anteriormente all’inizio della stessa, si procede oltre nella gara con numero di concorrenti ridotto.

7) Assegnazione Titoli

Alla formazione della classifica finale del Concorso, la candidata che, nel corso della gara, ha riportato il numero maggiore di voti è proclamata “Miss Mamma Italiana 2017”. Alle 9 concorrenti che, a seguire, avranno riportato il numero maggiore di voti, saranno assegnate 9 fasce di premiazione, assegnate dagli Sponsor, 2 concorrenti tra le finaliste nazionali, saranno scelte ad insindacabile giudizio dalla Te.Ma, a queste 2 concorrenti, saranno assegnate le altre 2 fasce rimanenti.

 

ART. 18) CARATTERISTICHE GENERALI DELLE MANIFESTAZIONI CONCORSUALI – RIPRESE E RELATIVA DIFFUSIONE – PRESA D’ATTO E PRESTAZIONE DI CONSENSO DA PARTE DELLA CONCORRENTE

Con l’accettazione del presente Regolamento la concorrente prende atto di quanto ai punti seguenti, prestandovi consenso incondizionato e senza riserve:

a)        tutte le manifestazioni concorsuali si svolgono in presenza di pubblico;

b)        in tutte le manifestazioni concorsuali sono previste sfilate collettive ed individuali delle concorrenti e possono essere contemplate interviste ed esibizioni artistico – spettacolari delle concorrenti stesse, nonché esibizioni, numeri ed interviste di artisti, personalità della cultura o dello sport, personalità in genere, il tutto sempre in presenza di pubblico.

c)        Tutte le manifestazioni concorsuali possono contenere, e di norma contengono, inserzioni pubblicitarie, e tutte le presentazioni, sfilate, interviste ed esibizioni delle concorrenti ivi previste possono essere, e di norma sono, abbinate a messaggi pubblicitari, visivi e/o sonori, di imprese produttrici di prodotti o servizi per il mercato, oppure Enti e Aziende pubblici.

d)        Nel corso delle Pre Finali Nazionali e della Finale Nazionale, tutte le concorrenti sono tenute a indossare, salvo diversa disposizione della Te.Ma, gli abiti, i costumi da bagno, i collant, altri indumenti e accessori loro assegnati in dotazione, fermo s’intende il corrispondente obbligo della Te.Ma di assicurare che tutti tali indumenti e accessori abbiano foggia e caratteristiche rispettose dei comuni canoni di decenza e comunque non pregiudizievoli dell’integrità, della dignità e della reputazione della concorrente.

e)        Analoghe dotazioni possono essere previste anche per alcune delle manifestazioni delle Selezioni Regionali, ed in tal caso tutte le concorrenti sono tenute ad indossarle e farne uso salva diversa disposizione dell’Esclusivista competente, fermo s’intende il corrispondente obbligo di questi di assicurare che ogni indumento e accessorio abbia foggia e caratteristiche come al punto precedente.

f)         I costumi da bagno, i collant, gli indumenti e gli accessori recano di norma in evidenza marchi, loghi o altri segni distintivi delle Aziende fornitrici e/o di Aziende o Enti Sponsor del Concorso.

g)        Le denominazioni dei Titoli in palio possono contenere, e di norma contengono per quanto attiene a quelle dei Titoli classificati come Abbinati, marchi, ditte, ragioni sociali, sigle o denominazioni o segni letterali distintivi in genere, di Aziende od Enti Sponsor del Concorso.

h)        In tutte le manifestazioni concorsuali, tutte le vincitrici dei titoli in palio, sono tenute salvo diversa disposizione della Te.Ma, a indossare fasce e/o altre insegne sulle quali possono essere, e di norma sono riprodotti insieme alla denominazione del titolo vinto, marchi, loghi o altri segni distintivi di Aziende Sponsor o fornitrici del Concorso.

i)         Nelle serate di Selezioni, Pre Finali Nazionali e Finale Nazionali, possono aversi e di norma si hanno riprese radiotelevisive, e relative diffusioni in diretta o differita da parte di emittenti di carattere locale e nazionale.

j)         Dette serate, possono essere altresì riprese con ogni altro mezzo offerto od offerendo dalla tecnologia, e di norma sono sempre riprese anche col mezzo fotografico, cinematografico e videoproduttivo, e tutte le riprese così realizzate possono essere diffuse con qualsiasi mezzo, compreso quello telematico.

k)         La proprietà e i connessi diritti di utilizzazione del materiale di tutte le riprese radiotelevisive effettuate da un incaricato della Te.Ma, restano nella titolarità esclusiva libera e incondizionata della medesima, senza soggezione a limiti di utilizzo spaziali, temporali, modali o mediali e con la libera facoltà di cessione o concessione.

l)         La proprietà e i connessi diritti di utilizzazione dei materiali di tutte le riprese fotografiche, cinematografiche, radiotelevisive e di ogni altro genere, relative alle serate, restano nella piena, libera e incondizionata disponibilità della Te.Ma e/o degli Esclusivisti Regionali, con libera facoltà di cessione o concessione a terzi e sempre intendendosi i diritti di utilizzazione non soggetti a limiti spaziali, temporali, modali o mediali.

 

ART. 19) OBBLIGHI GENERALI DELLE PARTECIPANTI AL CONCORSO

Ogni concorrente è obbligata ad osservare, mediante puntuale esecuzione delle prestazioni che a suo carico ne derivano, tutte le prescrizioni e tutti i divieti dal presente Regolamento stabiliti, sotto le comminatorie volta a volta previste per l’inadempimento o la violazione degli stessi.

È ugualmente obbligata ad osservare, mediante puntuale esecuzione delle prestazioni che ne risultano imposte a suo carico, tutte le disposizioni impartite ai fini della gestione organizzativa e della disciplina del Concorso della Te.Ma ovvero, per quanto di loro competenza, dagli Esclusivisti Regionali.

È inoltre obbligata ad osservare sempre e comunque:

a) il maggior rispetto, la maggiore lealtà e la maggiore solidarietà verso le altre partecipanti;

b) il comportamento più corretto sotto il profilo morale, civile e giuridico, sia in sede di operazioni concorsuali che in ogni altra funzionalmente connessa;

c) il maggior rispetto verso il pubblico assistente alle manifestazioni del Concorso, verso i rappresentanti, il personale e i collaboratori in genere della Te.Ma, verso gli Esclusivisti Regionali ed i loro rappresentanti, dipendenti e collaboratori in genere, verso i componenti delle Giurie, delle Commissioni Tecniche operanti in sede di Selezioni concorsuali, verso i presentatori delle manifestazioni concorsuali, verso ogni persona assegnata  dall’organizzazione al servizio delle concorrenti e alla salvaguardia della loro sicurezza e riservatezza, verso i rappresentanti, i dipendenti o i collaboratori in genere degli Enti e Aziende Sponsor del Concorso, verso i gestori, i responsabili e il personale dei locali o strutture dove le manifestazioni concorsuali si svolgono, verso i rappresentanti e il personale delle emittenti televisive concessionarie di diritti di ripresa e diffusione delle manifestazioni concorsuali, verso i giornalisti, fotografi, verso i registi, gli assistenti ed ogni altro personale addetto alla preparazione e alla realizzazione degli spettacoli previsti nel quadro delle manifestazioni stesse, verso ogni altro lavoratore o prestatore d’opera impegnato nell’ambito del Concorso connesso o riferibile.

È obbligata ad astenersi da qualsiasi pubblica spendita della propria qualità di partecipante al Concorso in forme, modi e contesti contrari alla comune morale o comunque tali da recare pregiudizio al buon nome e all’immagine del Concorso stesso.

ART. 20) OBBLIGHI SPECIFICI DELLE PARTECIPANTI ALLE SELEZIONI NAZIONALI

Tutte le concorrenti ammesse a partecipare alla Selezioni Nazionali sono inderogabilmente tenute all’osservanza di tutti i seguenti obblighi e divieti:

a)        osservare in ogni momento in sede di operazioni concorsuali una condotta assolutamente irreprensibile sotto il profilo morale e civile;

b)        osservare puntualmente gli orari stabiliti per le iniziative, gli spettacoli e le prove;

c)        portare alle varie Selezioni, tutto il materiale indicato nelle comunicazioni scritte ricevute;

d)        non rilasciare dichiarazioni contrarie alla morale;

L’inadempimento o l’inosservanza di anche uno soltanto di tali obblighi e divieti, comporta l’esclusione del Concorso.

 

ART. 21) CESSIONE DI IMMAGINI E DIRITTI

Con l’accettazione del presente Regolamento, la concorrente cede alla Te.Ma per ogni effetto il diritto di utilizzo del proprio nome, della propria immagine, della propria voce e della propria firma nel quadro delle manifestazioni concorsuali, nel quadro degli spettacoli sulle stesse incentrati o ad esse collegati, ed in qualsiasi quadro comunque riferibile al Concorso, ivi comprese le iniziative o attività collaterali e/o di promozione del medesimo, nessuna esclusa ed eccettuata.

Si intende altresì estesa alle riproduzioni e diffusioni con ogni mezzo, nella loro interezza o in qualsiasi minor parte, con elaborazione o meno, delle riprese fotografiche, cinematografiche, televisive, video televisive e sonore, relative ai medesimi quadri ed alle esibizioni e prestazioni ivi dalla concorrente.

Tutte le cessioni di cui al presente articolo si intendono fatte senza limiti di tempo, spazio, mezzo o di qualsiasi altro genere.

 

ART. 22) OBBLIGHI E DIVIETI A CARICO DELLE VINCITRICI DI TITOLI NAZIONALI – CESSIONI SPECIFICHE

Le vincitrici dei Titoli Nazionali, sono inderogabilmente tenute all’osservanza dei seguenti obblighi e divieti:

a)        trattenersi, a semplice richiesta della Te.Ma, nella località sede della Finale Nazionale, per il giorno successivo alla conclusione di quest’ultima, e quivi partecipare ai servizi fotografici e/o conferenze (compreso il servizio fotografico per la realizzazione del Calendario Miss Mamma Italiana) o incontri stampa e/o riprese radio e/o televisive dalla Te.Ma indicate;

b)        partecipare, a semplice richiesta della Te.Ma, a manifestazioni di spettacolo, a trasmissioni televisive o radiofoniche e consimili in Italia;

c)        presentarsi su semplice richiesta della Te.Ma, anche in giorno festivo e salvo solo diritto a preavviso di almeno giorni 3 (tre), per fotografie, riprese cinematografiche o televisive o da diffondersi per via telematica (internet), apparizioni, esibizioni o interventi in sedi televisive o radiofoniche o nel quadro di manifestazioni o eventi di spettacolo in genere;

d)        posare, a semplice richiesta della Te.Ma, per la realizzazione dei manifesti ufficiali della successiva edizione del Concorso;

e)        non partecipare, né intervenire in qualsiasi veste, a concorsi di bellezza senza averne avuto preventiva autorizzazione scritta della Te.Ma;

f)         non partecipare ad alcun titolo, vuoi pure gratuito, ed in qualsiasi veste, vuoi pure di semplice ospite, a manifestazioni, spettacoli o simili con o senza ripresa televisiva, né posare per foto di moda o pubblicitarie o per servizi giornalistici o per calendari, né partecipare in qualsiasi veste ad iniziative o campagne pubblicitarie o promozionali, né partecipare a sfilate o esibizioni di qualsivoglia genere, senza averne avuto preventiva autorizzazione scritta dalla Te.Ma.

La durata degli obblighi e divieti di cui alle lettere da a) a f) è stabilita fino a tutto il 31 dicembre 2018.

 

ART. 23) OBBLIGHI E DIVIETI PARTICOLARI A CARICO DELLA VINCITRICE DEL TITOLO MISS MAMMA ITALIANA 2017

Oltre all’osservanza di tutti gli obblighi e divieti di cui al precedente ART. 22), la vincitrice del Titolo di “Miss Mamma Italiana 2017” è inderogabilmente tenuta a:

a)        a presenziare, su semplice richiesta della Te.Ma, alle finali dell’edizione 2018 del Concorso onde procedere alla cerimonia di passaggio del Titolo alla nuova vincitrice;

b)        a non fare spendita o uso pubblico, in qualsiasi forma, del Titolo di “Miss Mamma Italiana 2017” senza preventiva autorizzazione scritta della Te.Ma

 

ART. 24) CORRISPETTIVI DELLE CESSIONI E PRESTAZIONI

Le cessioni di cui al precedente ART. 21), e le prestazioni di fare o non fare derivanti a suo carico e per quanto non costituente mera osservanza della disciplina concorsuale, si intendono fatte e rese dalla concorrente a fronte della propria immagine derivatele dalla partecipazione al Concorso per la speciale rinomanza e popolarità di esso, senza che mai possano reclamarsi da parte sua corrispettivi per le stesse cessioni e prestazioni, e dall’altra parte corrispettivi di sorta per la stessa promozione e valorizzazione.

Per ogni prestazione resa successivamente alla conclusione del Concorso a beneficio di Aziende Sponsor (pose per fotografie o riprese in genere, partecipazioni o interventi a manifestazioni, convention, mostre, fiere, rassegne e quant’altro), le stesse dovranno prendere accordi personalmente con essi.

Resta ovviamente in facoltà della titolare di accettare, a fronte di simili prestazioni, compensi o trattamenti onerosi esonerando la Te.Ma da ogni responsabilità in ordine alla garanzia come sopra a suo carico.

Restano ovviamente sempre a carico della titolata gli adempimenti e gli oneri contributivi e fiscali per legge dovuti dal prestatore ai fini dell’esecuzione delle varie prestazioni ed in relazione alla percezione dei relativi compensi.

 

ART. 25) OSPITALITA’ DELLE PARTECIPANTI ALLE SELEZIONI NAZIONALI

Tutte le spese di trasferimento, vitto, alloggio ed eventuali extra, sono a totale carico delle partecipanti.

 

ART. 26) DOTAZIONI DI BENI

È assicurata alle partecipanti alle Pre Finali Nazionali, la dotazione di alcuni capi di abbigliamento ed accessori loro occorrenti ai fini del Concorso. Tali beni, che di norma recano i marchi di Aziende fornitrici o Sponsor del Concorso, devono essere usati diligentemente e secondo le direttive della Te.Ma ed a quest’ultima restituiti dalla concorrente.

 

ART. 27) DIRITTI SUI TITOLI, RINUNCIA AI TITOLI

La proprietà intellettuale esclusiva delle denominazioni dei Titoli posti in palio è della Te.Ma.

Salvo diversa, espressa disposizione, qualsiasi Titolo attribuisce alla vincitrice esclusivamente il diritto di ritenerlo e di fregiarsene, e in nessun caso comporta diritti verso la Te.Ma.

Si intende inoltre sempre soggetto all’obbligo tassativo della vincitrice di assicurare con la massima diligenza, nell’atto di qualsiasi spendita del Titolo, che questo risulti sempre indicato con la sua denominazione esatta e completa anche negli anni a seguire, e che la spendita sia sempre effettuata con modalità ed in contesti consoni alla dignità del Titolo del Concorso, conformi alla comune morale, e comunque tali non pregiudicare il buon nome del Concorso.

La rinuncia del Titolo, ovvero il ritiro dal Concorso della portatrice di un Titolo, comporta la perdita del Titolo con ogni diritto inerente e connesso, ed il passaggio ispo jure del Titolo così perduto alla prima concorrente seguente alla portatrice, nella classifica per la relativa assegnazione.

Non è ammessa in alcun caso la cessione di un Titolo, e se effettuata essa si intende radicalmente nulla e come tale insanabilmente invalida ed inefficace.

 

ART. 28) DISCIPLINA DEL CONCORSO – ESCLUSIONE E DECADENZA

È comminata alla concorrente l’esclusione dal Concorso al verificarsi di anche una soltanto delle seguenti ipotesi:

a) sopravvenuto venir meno di anche uno solo dei requisiti richiesti;

b) violazione dell’obbligo di intervenire alle Pre Finali Nazionali delle concorrenti già ammesse di diritto alla Finale Nazionale;

c) inadempimento o violazione di anche uno soltanto degli obblighi, divieti e prestazioni enumerati nell’ ART. 20).

L’esclusione ha effetto immediato e comporta la perdita di ogni diritto concorsuale.

Resta infine sempre riservata alla Te.Ma la facoltà di non dar corso all’esclusione o alla decadenza, pur nella ricorrenza dei relativi presupposti, laddove le particolarità del caso configurino, a suo insindacabile giudizio, cause di giustificazione o di attenuazione della responsabilità dell’interessata.

d) l’esclusione non fa comunque venir meno i diritti, nessuno escluso ed eccettuato, di cui la Te.Ma è titolare ai sensi del presente Regolamento.

 

ART. 29) MODIFICA ED INTEGRAZIONE DEL REGOLAMENTO

È riservata alla Te.Ma la facoltà di apportare, in qualsiasi momento, integrazioni e/o modifiche del presente Regolamento onde far fronte a sopravvenute esigenze organizzative e funzionali del Concorso, salvo sempre il rispetto dello spirito del Regolamento stesso e dei diritti acquisiti dalle concorrenti.

 

ART. 30) PRESE D’ATTO A CHIUSURA

Con l’accettazione del presente Regolamento, la concorrente prende atto di tutti gli obblighi, divieti e prestazioni stabiliti a suo carico, e in particolare di tutti quelli precisati, richiamati o logicamente implicati dalle previsioni di cui agli ART. 18), 19), 20), 21), 22), 23), 27), nonché della normativa disciplinare sancita all’ART. 28), prestando al riguardo consenso incondizionato.

 

ART. 31) TUTELA DELLE CONCORRENTI

Il personale della Te.Ma, e quello addetto alla loro sicurezza e assistenza in fase di Pre Finali Nazionali e Finale Nazionale, sono in ogni momento a disposizione delle concorrenti per la segnalazione di qualsivoglia abuso, molestia o comportamento inopportuno da chiunque posto in essere ai di loro danni.

 

ART. 32) FORO COMPETENTE

Per ogni controversia in cui sia parte o sia comunque individuata come parte o liticonsorte la Te.Ma relativamente ad atti od operazioni del Concorso, come pure relativamente all’interpretazione ed all’esecuzione di questo Regolamento,  si intende esclusivamente competente il Foro di Rimini.

 

 

Per accettazione, Luogo e data ___________________________________________     Firma della concorrente ______________________________________

 

Si approvano specificatamente, ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 1341 e 1342 del Codice Civile, dopo averle attentamente e singolarmente rilette ed esaminate, le seguenti clausole del su esteso Regolamento:

ART. 6) Organizzazione e gestione delle singole fasi del concorso;

ART. 8)  Permanenza dei requisiti;

ART. 10) Selezioni Regionali ed assegnazioni dei Titoli Regionali e Speciali;

ART. 11) Pre Finali Nazionali – obblighi delle vincitrici dei Titoli Speciali Miss Mamma Italiana GOLD Sponsor Top;

ART. 12) Pre Finali Nazionali;

ART. 17) Votazioni ed altri atti della Finale Nazionale – norme generali;

ART. 18) Caratteristiche generali delle manifestazioni concorsuali – riprese e relativa diffusione  presa d’atto e prestazione di consenso da parte della concorrente;

ART. 19) Obblighi generali delle Partecipanti al Concorso;

ART. 20) Obblighi specifici delle Partecipanti alle Selezioni Nazionali;

ART. 21) Cessione di immagine e diritti;

ART. 22) Obblighi e divieti a carico delle vincitrici di Titoli Nazionali – cessioni specifiche;

ART. 24) Corrispettivi delle cessioni e prestazioni;

ART. 27) Diritti sui titoli, rinuncia ai Titoli;

ART. 28) Disciplina del Concorso – esclusione e decadenza;

ART. 29) Modifica e integrazione del Regolamento;

ART. 30) Presa d’atto e chiusura;

ART. 32) Foro competente.

 

Per informazioni, dubbi, richieste scrivete a:

info@missmammaitaliana.it